giovedì 31 dicembre 2015

Cronache di un pandoro

Ciao a tutti!
Spero abbiate trascorso un sereno Natale in compagnia dei vostri cari :)
Oggi vi racconto, più che propongo, della mia (dis)avventura nella realizzazione del pandoro.
Ma iniziamo con ordine: il mio lm, gentilmente ceduto dal Maestro Giorilli è gloriosamente inacidito nella bella Milano, mentre avevo gettato quello che avevo polverizzato e riposto in freezer.
A fine novembre ho riiniziato a cercare di produrlo ma niente. Ci ho riprovato a metà dicembre e ancora niente: sarà il freddo, sarà l'escursione termica... ci ho rinunciato in previsione di rifarlo quando il clima sarà più mite.

pandoro lievito di birra

Quindi, dato che avevo deciso che avrei voluto fare il pandoro o il panettone, ho pensato di farlo col lievito di birra.
E qua tutti i puritani del lievito madre chiuderanno il post.
Vabè.
Avevo pensato di "riprodurre" qualcosa che potesse sopperire al lm preparando in anticipo una biga, esattamente come faccio per la focaccia e come faccio ora per fare i croissant multicereali.
Poi, pochi giorni fa, sul blog Fables de Sucre, hanno pubblicato una ricetta con esattamente queste caratteristiche per realizzare il pandoro.
Allora ho pensato di provare direttamente quella, senza stare a ribilanciare da zero una ricetta.

Quindi, per la ricetta vi rimando al loro blog e vi segno le mie note :)

pandoro lievito di birra ricetta


"Problemi" riscontrati & osservazioni:

1. GRANDEZZA STAMPO: Ho uno stampo di alluminio di Decora che avevo acquistato l'anno scorso e non ricordavo per quanto pandoro fosse: per calcolarlo è sufficiente riempire d'acqua lo stampo: il peso dell'acqua diviso per 3 vi dirà per quanto impasto è il vostro stampo. Ricordate che dovete aggiungere un 10% al peso scritto sullo stampo, per recuperare l'acqua che evapora in cottura: il mio stampo era da 750 gr. quindi porta 825 gr. di impasto. Io in realtà ne ho messo meno perché ho fatto i 2/3 della ricetta, infatti l'ho infornato quand'era a 3 cm dal bordo.

2. TRATTAMENTO STAMPO: Il mio stampo è in alluminio e pertanto, prima di essere utilizzato va "bruciato": andrebbe messo nel forno alla massima temperatura spennellato di burro per 2/3 volte e poi ripulito (fonte: Menta e cioccolato - gruppo Fb). Io per evitare la puzza l'ho messo una volta nel forno al massimo da solo ed infatti non è servito a niente.

3. FARINA: Ho usato come farina la Garofalo W350 ma non mi ha soddisfatto per niente. Leggendo la scheda tecnica ho seri dubbi riguardo la veridicità di tale numero... insomma, ha solo 13,5 gr. di proteine?!

4. TEMPISTICA: L'impasto ci ha messo più di 8 ore a triplicare, sia per il primo che per il secondo impasto: nel mio forno con la lucina accesa ce ne ha messe tra le 10 e le 12. Questo penso sia normale dato che il lievito effettivo è meno di un grammo (la biga avanza).

5. IMPASTO: Col primo impasto non ho avuto problemi, anzi: seguendo le indicazioni riportate è stato facile e anche veloce. Forse la pirlatura non era perfetta, ma quella è la mia mancanza di manualità. Con il secondo impasto invece... ehm ho avuto qualche problemuccio... tutto bene fino a metà emulsione, dopodiché l'impasto probabilmente ha iniziato a scaldarsi e non puliva più la ciotola. Alla fine mi sembrava un inferno, non riuscivo a recuperare l'incordatura... ci ho dato di foglia a manetta con tanto di surgelati attorno la ciotola, non vi dico che numeri! Però ho recuperato l'impasto :D ho parlato e messo nello stampo.


6. COTTURA: ho seguito le indicazioni ma il pandoro mi è rimasto un tantino duretto sopra (cioè sotto... insomma sulla base che era scoperta) quindi la prossima volta devo tener d'occhio o al massimo spennellare con un po' di burro non appena lo tolgo dal forno. Ricordatevi di toglierlo dallo stampo dopo circa un'ora da quando lo avete tolto dal forno, altrimenti rischiate di non riuscire a staccarlo.

7. COPERTURA: Avevo letto sulla ricetta di Montersino che il pandoro una volta freddo andava lucidato con del burro di cacao, cosa che qui non si fa. Secondo me aiuterebbe a far aderire lo zucchero a velo, ma dovrei provare per averne la certezza. Ah, per la copertura, l'ho infilato in un sacchetto con un po' di zucchero e ho agitato per bene... copertura uniforme fatta!

ricetta pandoro lievito di birra

8. GUSTO: e' buonissimo!!! E' il migliore pandoro che abbia mai mangiato, ma assume il suo caratteristico sapore se  LASCIATO RIPOSARE ALMENO UN GIORNO e se si usa zucchero vanigliato!


Spero tanto che questo post vi possa essere utile, e vi auguro un felice 2016.

Ogniricciouncapriccio

sabato 19 dicembre 2015

Brownies al cioccolato

Buonasera a tutti! Innanzitutto vi ringrazio per essere stati numerosi a leggermi nonostante la mia "assenza": è stato un periodo un poco intenso, in cui mi sono anche lanciata in una nuova avventura, ho cucinato abbastanza ma non ho avuto il tempo di curare la stesura delle ricette come mi piace. 

Quello che vi propongo oggi è la mia personale versione dei brownies, i tipici dolcetti americani al cioccolato che si servono tagliati a quadrotti. La ricetta è nata dallo "studio", se  così lo si può definire, di varie ricette, e dalla combinazione che a me è sembrata ottimale. Il risultato è un prodotto cioccolatoso, con una lieve crosticina ed un cuore che si scioglie in bocca: ha saputo conquistare anche la sottoscritta, che sta letteralmente passando alla dark side :D 

Unica cosa che vi consiglio prima di partire con la ricetta, è l'utilizzo cioccolato di ottima qualità: fa davvero la differenza.

Brownies al cioccolato

chocolate brownies recipe

Ingredienti per una teglia di alluminio media

180 gr. di cioccolato fondente al 50%
140 gr. di burro
2 uova (100 gr.)
100 gr. di farina 00
90 gr. di zucchero di canna
35 gr. di miele
un pizzico di sale

Procedimento:


1. Sciogliete a bagnomaria (o nel microonde) il burro con il cioccolato. Poi lasciatelo intiepidire.
2. Nel frattempo, in una ciotola, sbattete le uova con lo zucchero, fino a quando il composto sbianca.
3. Unite miele e il cioccolato fuso al composto di uova e zucchero, sbattendo con e fruste. Poi aggiungete anche la farina e il sale.
4. Foderate lo stampo con della cartaforno, versatevi il composto, livellatelo e cuocetelo in forno già caldo per circa 30 minuti.

brownies cioccolato ricetta


5. Laciatelo raffreddare, poi tagliatelo e servite.

ricetta brownies cioccolato

Note:

- Se non lo consumate tutto subito, per mantenere la morbidezza, evitate di tagliarlo tutto.

Vi auguro una felice domenica.

Ciao ciao, ogniricciouncapriccio

lunedì 23 novembre 2015

Meringhe "rosa" e collaborazione con Decora

Buonasera a tutti! 
Sono ormai trascorse due settimane da quando l'azienda "Decora" mi ha inviato a "titolo di prova" alcuni suoi prodotti e urgeva parlarvene.

Dico prova tra virgolette, perché in realtà a casa ho praticamente tutta la gamma dei loro coloranti in gel per la pdz, e quando mi serve la ghiaccia, se non ho voglia di pastorizzare le uova, compro la loro (che tra l'altro è fichissima, perché è l'unica sul mercato - tra quelle che ho visto in giro finora - a dare le indicazioni al grammo su quanta acqua aggiungere a seconda della consistenza desiderata). Quindi ero già un'ottima cliente!

Non starò a dilungarmi nel presentare l'azienda perché non credo ce ne sia bisogno: quello che ci tengo a dire, e che ho già fatto sapere a loro, è che ho apprezzato moltissimo che i prodotti inviatimi fossero studiati "ad hoc" su di me.

Il pacco conteneva questa "gift box", un'idea stracarina da fare a qualche appassionato per Natale, al cui interno si trovano 24 sac à poche usa e getta, 6 beccucci, 2 adattatori, una confezione di ghiaccia, uno stencil per torte e due diversi supporti per creare i fiori. In più mi hanno mandato tanti cataloghi con tutti i loro prodotti (roba che so già il regalo di Natale!!)  e tante ricettine.

Ora, diciamo che quando ho visto tra le punte, quella per fare le foglie ai fiori (n°69, che mi mancava! :D), non ci ho più visto... e per provarla, mi sono studiata questa ricetta facile facile e molto scenografica.

Ho usato la punta a foglia e quella a stella (che già avevo, è l'ultima in basso a destra), ed ho provato adattatori e sac à poche.
Vi dico subito che gli adattatori sono fantastici perché li hanno fatti col tappino (siete geniali!): in questo modo se avanza la crema o la ghiaccia, si toglie la punta e si mette il tappo, evitando che il contenuto si secchi, come di solito accade :D
Invece le sac à poche le ho trovate davvero molto resistenti, una sorpresa per me: abituata a quelle da supermercato, queste credo si possano benissimo riutilizzare un paio di volte. E forse, non si spaccheranno facendo i biscotti (però devo ancora capire se mi piacciono, hanno una consistenza "strana").

Ma ora, veniamo alla ricetta...

MERINGHE ROSA

ricetta meringhe facili e perfette

Per due teglie di meringhe
120 gr. di zucchero semolato
60 gr. di albumi (circa due)

In più serviranno:
Bocchetta a stella 
Bocchetta foglia
2 sac à poche
2 adattatori
coloranti in gel fucsia e verde

Procedimento:
1. Preparate l'impasto delle meringhe. montate a neve ben ferma gli albumi, poi aggiungete in 3/4 riprese lo zucchero, avendo cura di farlo sciogliere bene.
2.  Una volta pronto l'impasto, dividetelo: colorate una piccola parte di verde (circa un quarto di impasto), mentre la restante di fucsia.
Mettete la parte fucsia (che poi viene rosa...) nella sacca col beccuccio a stella e la verde in quella per la foglia. 
Per creare la rosa, partite spremendo* un po' di impasto come per segnare il centro della rosa, poi continuate (non staccate mai la punta neh!) facendo un movimento circolare attorno, con una pressione costante, fino a raggiungere la grandezza desiderata. E' più facile a farsi che a dirsi, parola mia!
3. Aggiungete anche le foglie, poi procedete con la cottura: infornate a 100°C, ventilato, per circa 2 ore - 2 ore e mezza, o finchè saranno perfettamente asciutte.

*direttamente sulla teglia, coperta di cartaforno

ricetta meringhe colorate

ricetta meringhe a forma di rosaricetta meringhe bellissime

ricetta meringhe perfette


Spero che la ricetta vi sia piaciuta, e vi ricordo di partecipare al mio contest!

Ciao a tutti!

By ogniricciouncapriccio

mercoledì 11 novembre 2015

Contest "Visto e Rifatto" per i tre anni del blog

Mi guardo indietro e ancora non ci credo.
Sono ormai passati tre anni da quando, con tanta timidezza e timore scrivevo il mio primissimo post. Sono seguiti sei mesi di "silenzio-stampa" in famiglia, che solo il mio fratellino ne era al corrente.
Di passi ne ho fatti, ho superato alti e bassi, ho persino cercato (con scarso successo) di imparare a fotografare, e oggi sono profondamente fiera di questo blog, dei miei lettori e di me stessa, nonostante il dire: "faccio la foodblogger" ancora mi suoni strano.

Però tre è il numero perfetto no? Quello che dovrebbe portare fortuna. E io mi ritengo già profondamente fortunata, perché sto avendo grandi soddisfazioni dal mio piccolo angolo di mondo del web.
Ho deciso quindi di lanciare un contest per festeggiare questo traguardo. E' il primo contest che lancio, quindi abbiate pazienza ;)

Cosa dovete fare? E' molto semplice: Riprodurre una ricetta DOLCE tratta o da questo blog o da altri blog/ricettari ecc. e  che vi ha particolarmente colpito. L'importante è che la ricetta non sia mai comparsa sui vostri blog prima. Quindi, a voi la scelta!


Le regole:

- Il contest inizia domani 12 novembre e termina il 12 dicembre gennaio alle ore 0.00. -PROROGATO-

- Sono ammesse solo ricette postate a partire dal 12 novembre, con un massimo di 2 a persona.

- Per questioni organizzative il contest è riservato ai possessori di un blog. Requisito base è la residenza sul territorio Italiano.

- Iscriversi al blog (pulsante iscriviti) se già non siete iscritti e alla pagina Facebook.

Prelevare il banner e inserirlo sotto la ricetta con la dicitura "Con questa ricetta partecipo al contest di InCucinaColCuore: Visto&rifatto" linkandolo a questo post.

- Commentare questo post indicandomi il link della vostra ricetta.

Se vi fa piacere potete condividere la foto della ricetta anche su Instagram, utilizzando l'hashtag #Incucinacolcuore e su Facebook, taggando la pagina InCucinaColCuore.

Il premo sarà assegnato sulla base dei criteri:

- Perché si è scelto quella ricetta 
- Qualità delle fotografie (almeno 2 del piatto finito) ed eventuale presenza del passo-passo 
- Difficoltà della ricetta scelta
- Appetibilità del piatto finito

L'insindacabile giudizio sarà a discrezione mia, in collaborazione di due giurate speciali, nonché  mie prodi assaggiatrici da qualche tempo.

Il PRIMO premio, Amazon permettendo, sarà questo libro sui Macarons di Josè Marèchal.


Il secondo, terzo e quarto classificato verranno inseriti per una settimana come copertina della mia pagina Facebook, con relativo link alle loro pagine/blog.

Il presente giveway non comporta alcuna violazione delle norme su concorsi a premi, poiché rientrante nella previsione di cui all'art. 6 lett. d del DPR 430/2001.


LE RICETTE IN GARA

1- Sfogliatine glassate o allumettes di Dolcemente Inventando
2- Ali di farfalla di I biscotti della zia
3- Torta marmorizzata mascarpone e noci di 3 ragazzi & 1 cucina
4- Porceddhruzzi a modo mio di Batuffolando Ricette
5- Torta al cioccolato per Alessandro di Sabrinaincucina
6- Rose del deserto di Sabrinaincucina
7- Susamielli di Ennio di Cioccolato Amaro
8- Vassilopita di 3 ragazzi & 1 cucina
9- Biscotti al cacao e frutta secca con solo albumi di I biscotti della zia
10- Pangoccioli di Clizia B.
11- Soffio d'amaretto di Cucina con Giusy dolce e salato
12- Galette de rois di Cucina Serena
13- Biscotti sablé bianchi e neri di Batuffolando Ricette
14- Brioche all'acqua di Le ricette di Ciccia Bacilla
15- Corona di Briosche Bouclette di Oggi vi cucino così
16- Cioccolato e muffin allo yogurt con glassa di Le ricette di Ciccia Bacilla
17- Mandaretti di Il mondo di Rina

In bocca al lupo a chi si cimenterà! Spero di vedervi in molti!


By ogniricciouncapriccio

domenica 8 novembre 2015

I biscotti integrali che... si credevano i Cuordimela

Lo so, ultimamente sono rientrata in fissa coi biscotti. Ma cosa ci posso fare se mi vengono troppo buoni?! :P
Scherzi a parte, guardando l'elenco notavo divertita che ormai ho una cinquantina di ricette collaudate, roba che potrei farci un ricettario. E questa non posso non darvela, dato che è una vera chicca. Si tratta di biscotti ripieni alle mele, sani, semplici e golosissimi. Se amate come me le mele, andranno a ruba, giuro!

BISCOTTI INTEGRALI "CUORDIMELA"

biscotti alle mele ricetta

Ingredienti per circa 16 biscotti
100 gr. di farina integrale
100 gr. di farina di farro
70 gr. di zucchero di canna
50 gr. di burro
1 uovo (50 gr.)
un pizzico di sale
la buccia grattugiata di mezzo limone o di mezza arancia
la punta di un cucchiaino di lievito
+
1 mela gialla di media grandezza
1 cucchiaio di zucchero di canna 
10 gr. di burro

biscotti integrali mele ricetta facile


Procedimento (clicca sulle foto per ingrandirle)

1. Per prima cosa preparate la frolla: in una ciotola mescolate lo zucchero (1) con l'uovo (2) e la buccia del limone o dell'arancia (3), assicurandovi di avere un composto omogeneo (4).

pasta frolla integrale ricetta

2. Ora aggiungete anche il burro a pezzetti (6), cercando di romperlo un po' con la forchetta (7) -  Meno lo toccate con le mani e meno si scalda - Poi aggiungete anche le farine, il sale e il lievito (8). Mescolate fino ad ottenere delle grosse briciole (9).

pasta frolla integrale ricetta passo passo

3. E' ora di usare le mani! Impastate velocemente fino ad ottenere un panetto. Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigo per almeno mezz'ora, meglio un'ora (9).

pasta frolla integrale buonissima

4. Trascorso questo tempo, preparate la mela: pelatela e privatela del torsolo, tagliatela a dadini piccoli (10) e mettetela in un pentolino con lo zucchero e il burro (11). Cuocetela per circa 15 minuti a fuoco moderato, o comunque finché non sarà cotta (12).

biscotti ripieni mele

5. Ora stendete la frolla molto sottile (13). Fate dei mucchietti di mela su una parte di frolla (14) e coprite con la restante pasta (15). Coppate i biscotti della forma che volete (16).

biscotti ripieni mele ricetta

6. Una volta pronti i biscotti (17) trasferiteli sulla placca da forno (18) dopo aver steso la cartaforno e cuoceteli a 170°C per circa 20 minuti, o finchè i bordi saranno belli dorati (19).

biscotti integrali ricetta facile veloce

NOTA BENE:
- la quantità di biscotti dipende dalla dimensione del coppapasta e da quanto tirate la pasta frolla;
- la pasta frolla è integrale, quindi è normale che tenda a spezzarsi. Se volete ridurre un po' questo fastidio potete setacciare la farina integrale, riducendo così la quantità di crusca;
- vanno consumati entro un paio di giorni, altrimenti tendono ad ammorbidirsi molto (per via delle mele). Non si corre comunque questo rischio, andranno a ruba!

Ecco l'interno:

biscotti ripieni mele ricetta

Spero li proverete ;)

Con questa ricetta partecipo al contest del Molino Chiavazza "Dolci alle mele"


Buona serata! 
Ogniricciouncapriccio

martedì 3 novembre 2015

Castagne in padella, quelle facili da sbucciare

Se siete come me, di quelli che amano le castagne ma odiano sbucciarle per via di quella odiosa pellicina che a volte non si stacca manco a pregarla, siete nel posto giusto.
Forse ho scoperto l'acqua calda, ma questo modo di prepararle mi ha aperto un mondo, e vorrei tanto condividerlo con voi perché non solo è facile e veloce, ma non richiede il forno né di controllarle mentre cuociono!

CASTAGNE IN PADELLA FACILI E VELOCI, 
soprattutto da sbucciare ;)
fonte: youtube

castagne ricetta facile veloce

Ingredienti & attrezzi

Castagne
sale grosso q.b. (meno di una confezione)
una padella + coperchio
un coltello
una ciotola 
uno strofinaccio

Procedimento:
1. Praticate un' incisione sul lato curvo della castagna. Incidete non solo la buccia esterna ma anche la pellicina.


2. Stendete uno strato di sale grosso alto un paio di cm nella padella e appoggiateci sopra le castagne dal lato non inciso.


3. Accendete il fuoco a fiamma media e coprite la padella con un coperchio. Lasciate cuocere per 30-40 minuti (dipende quante castagne mettete, più sono e più tempo ci vuole).


4. Una volta pronte, toglietele dal sale e adagiatele in uno strofinaccio. Chiudetele all'interno per 5 minuti.


5. Poi potete sbucciarle e... magicamente la buccia si staccherà facilmente e voi potrete gustarle! Se siete scettici, guardate il video!



Spero che questo post vi possa essere utile :)

Un abbraccio,
ogniricciouncapriccio

domenica 25 ottobre 2015

Sfogliatine glassate

Ciao a tutti!
Questo post lo scrivo con tanto orgoglio così, perchè dopo che avete visto la foto su fb delle mie sfogliatine glassate, mi sono arrivate millemila richieste della ricetta, di come si fanno, di com'è la glassa ecc. Ecco quindi che mi sono attivata per potervi dire tutto ciò che serve per una buona riuscita di questi biscotti.
Faccio una piccola premessa: sui libri di cucina girano sotto il nome di "Allumettes" ed hanno la crema frangipane in mezzo alla sfoglia. Le mie, invece, sono semplici sfogliatine con glassa, come quelle del supermercato.
Allora, pronti con carta e penna?

Sfogliatine glassate

ricetta sfogliatine

Ingredienti per circa 20-22 pezzi
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
90 gr. di zucchero a velo
22 gr. di albume
12 gr. di farina
60 gr. circa di confettura d'albicocca (senza frutta in pezzi)

ricetta sfogliatine glassate

Procedimento
1. In una ciotolina mescolate la farina con lo zucchero. Poi aggiungete l'albume e mescolate con un cucchiaio, fino ad ottenere un impasto piuttosto denso.
2. Srotolate la pasta sfoglia (lasciatela sulla cartaforno!) e stendeteci sopra la glassa con l'aiuto di una spatola: non preoccupatevi se non siete precisi, tanto si sistema da sola.
3. Prendete la confettura e versatela in una sac à poche usa e getta. Tagliate un forellino piccolo sulla punta e disegnate con la marmellata della righe diagonali, distanziandole un due tre cm l'una dall'altra. Nell'altro senso, invece, tracciate le linee ma con uno stuzzicadenti (senza incidere la pasta).



4. Preriscaldate il forno a 170°C. Incidete la pasta per ritagliare i biscotti: per farli come in foto ho diviso a metà la pasta nel senso della lunghezza e poi ho tagliato le sfogliatine in larghezza (non trascinate il  coltello, viene meglio se appoggiate e premete, oppure potete provare con una rotella per la pizza).
5. Prendete la teglia, rivestitela di cartaforno e adagiatevi a una a una le vostre sfogliatine (usate le mani perchè se lo fate con la spatola si appiccicano) distanziandole leggermente l'una dall'altra.
6. Cuocetele per 20 minuti, o finchè saranno belle dorate (io statico sopra sotto, a metà nella parte alta). 

ricetta sfogliatine facili e veloci

OSSERVAZIONI
1. Non so per quale motivo, con la mia pastasfoglia sono cresciute di più in altezza (nonostante i 196 strati di pura friabilità decantati sulla confezione...)
2. Anche la marmellata fa la differenza: se volete evitare di brontolare con tutti i santi del paradiso perchè vi esplode la sac à poche (come ho fatto io!) assicuratevi che sia senza frutta in pezzi. Inoltre, più la confettura contiene zuccheri e più diventa colorita (e bella) in cottura (ho notato che cambiando marca mi è rimasta più chiara... e sì, aveva ancora i pezzi, infatti le righe sono più larghe di quanto avessi voluto! Sgrunt!)
3. Mettete l'albume poco alla volta, che anche lo zucchero a velo che si compra non è tutto uguale, alcuni sono addizionati con amido (e assorbono di più), come quello che ho usato io.

ricetta sfogliatine

ricetta sfogliatine facili

Beh, a questo punto mi auguro di ricevere moltissime foto di voi lettori che avete provato la ricetta!

A presto,
ogniricciouncapriccio

come volevasi dimostrare, con altra sfoglia e altra marmellata ho avuto un migliore risultato





domenica 18 ottobre 2015

Muffins ipercioccolatosi, senza latticini!

Stavo notando con disappunto che mancano ricette di muffins da troppo tempo su questo blog... Dovreste rimproverarmi! Sono tra le cose più semplici e veloci da fare, e possono essere rese golosissime, come questi muffins al cioccolato che vi propongo oggi. 
Ok, magari cioccolato non definisce propriamente il loro "status"... ipercioccolatosi secondo voi va meglio? ;)

Muffins al doppio cioccolato
senza latticini

muffin al cioccolato ricetta

Ingredienti per circa 5 muffins

100 gr. di farina "00"
60 gr. di latte di soia*
50 gr. di uova (1 uovo medio)
50 gr. di zucchero di canna
40 gr. di gocce di cioccolato fondente**
30 gr. di olio di semi di mais
8 gr. di cacao amaro
un cucchiaino raso di bicarbonato
un pizzico di sale

*se non avete intolleranze potete usare del latte vaccino, oppure, se preferite, altri latti vegetali
**verificate che non ci sia latte se siete intolleranti/allergici!

chocolate muffin recipe

Procedimento:

1. In una ciotola setacciate la farina con il bicarbonato e il cacao. Aggiungete poi il sale e lo zucchero e mescolate bene con la frusta. Mettete da parte.
2. In un'altra ciotola versate il latte, l'olio e l'uovo. Mescolate velocemente con la frusta e versate nelle polveri preparate in precedenza. Girate bene, sempre aiutandovi con la frusta, finchè otterrete un impasto omogeneo. 
3. A questo punto aggiungete le gocce di cioccolato, lasciandone da parte qualcuna da mettere sopra i muffins. Mescolate in modo che si distribuiscano omogeneamente.
4. Preriscaldate il forno a 170°C. Porzionate l'impasto negli stampini, avendo cura di mettere in ognuno un pirottino o imburrarlo; riempiteli fino a 3/4 d'altezza e spargete le gocce di cioccolato rimaste sulla cima.
5. Infornate per circa 20 minuti, o finché infilzandoli con lo stecchino non uscirà asciutto. (Per me forno statico, nella parte bassa, secondo ripiano dal basso, appoggiati sulla griglia). Una volta cotti fate raffreddare su una gratella.

muffin facili e veloci

ricetta muffin cioccolato

Provateli presto perché sono una bomba!
Buona notte! 

Ogniriocciouncapriccio

mercoledì 14 ottobre 2015

I miei sorrisi, ovvero biscotti integrali ripieni

Ciao carissimi! 
Oggi vi propongo una ricetta che ho pensato in esclusiva per il Contest di Rigoni di Asiago, che prevedeva l'utilizzo del nostro ingrediente del cuore. E poiché nella mia dispensa non manca mai dell'ottima marmellata di fragole, ho pensato di utilizzarla per creare un prodotto che fosse in linea col loro stile, sano e biologico. E devo ammettere che, mangiando questi meravigliosi biscotti, non si può fare a meno di sorridere per la loro bontà. Ecco nati quindi, i miei Sorrisi :D

p.s. se li sono mangiati tutti!! (che qui, dovete sapere, la farina integrale non è molto apprezzata dai prodi assaggiatori :P)

 I miei "Sorrisi":
Biscotti integrali al limone ripieni di marmellata di fragole

biscotti di marmellata ricetta

Ingredienti per 25/30 biscotti (ma dipende dalla dimensione del coppapasta)

100 gr. di farina integrale
100 gr. di farina "00"
100 gr. di zucchero di canna 
50 gr. di burro
50 gr. di uova (1 uovo medio)
la punta di un cucchiaino di lievito
un pizzico di sale 
la buccia di mezzo limone grattugiata
marmellata di fragole 

biscotti integrali ricetta

Procedimento:
1. Iniziate preparando la frolla: mescolate lo zucchero con l'uovo e la buccia del limone grattugiata.
2. Poi aggiungete il burro freddo a pezzetti e la farina, il sale e il lievito.
3. Impastate velocemente fino ad ottenere un panetto: avvolgetelo nella pellicola trasparente e mettetelo in frigo almeno un'oretta.

4. Trascorso questo tempo prendete la frolla, date una veloce reimpastata e stendetela abbastanza sottile e ad uno spessore il più uniforme possibile. 
5. Coppate dei cerchi e versate su ognuno mezzo cucchiaino di marmellata; poi piegateli a metà e sigillate i bordi in modo che la marmellata non fuoriesca. Infine passateli in frigo una mezz'oretta affinché la frolla si rassodi.
6. Cuocete in forno già caldo a 170°C per circa 18-20 minuti. E il loro profumo avrà già invaso la casa ;)

biscotti integrali ricettabiscotti di marmellata ricetta

biscotti integrali ricetta

biscotti integrali ricettabiscotti di marmellata ricetta

biscotti integrali ricetta

biscotti di marmellata ricetta

Con questa ricetta partecipo al contest "Il mio cuore batte per..." indetto da Rigoni di Asiago


Ciao a tutti, e mi raccomando, sorridete!

By ogniricciouncapriccio